Samuele Venturi
sabato, agosto 31, 2002
 
A New York nascono i "rapimenti a pagamento". La notizia � di qualche giorno fa ed � a dir poco incredibile. Due ragazzi avrebbero messo s� una societ� per gestire e creare rapimenti. Fin qui niente di strano, lo hanno fatto tutti i criminali del mondo. La cosa assurda in questo caso � che i rapiti pagano per essere rapiti. Mi spiego meglio. L'avanguardia americana � arrivata a un tale punto di stupidit� che � inimmaginabile pensare quale sia la scintilla che ha creato tutto questo. I newyorkesi vogliono provare il brivido del rapimento, vogliono vivere un'avventura, passare una serata diversa...per tutto questo pagano. Non aggiungo niente di pi� perch� mi sembra di aver pubblicizzato anche troppo quella che a me sembra una bella cazzata. Personalmente muoio dalla voglia di sapere cosa ne pensano Faruk, Soffiantini e tutte le altre persone che hanno provato davvero quella avventura senza averlo chiesto. Ma a chi cavolo pu� venire in mente una cosa del genere? Mi scrivete qua sotto su cosa si potrebbe fare un business come questo? Vendendo cosa a chi?
venerdì, agosto 30, 2002
 
Aggiornamenti nel sito
Come avrete visto o vedrete ho messo qui a fianco una tabella con il mio indirizzo mail per ricevere eventuali notizie da voi valdarnesi. Se volete...Poi i sondaggi. Con molta soddisfazione ho tolto il sondaggio sui miei infradito. Grazie alle vostre preferenze ora posso affermare che il mio � stato un acquisto azzeccato seppur molto criticato dall'opinione pubblica. La canzone dell'estate 2002. Ci sono tre canzoni a parimerito, � necessario lo spareggio. Due sono le canzoni pi� trasmesse questa estate dalle radio - Asereje e I said I love you - l'altra � una sorpresa, Bongo bongo bongo. Avrete tempo di votare fino al 18 settembre. Ah, dimenticavo. Ieri io e Martina ci siamo dimenticati di ringraziare quelle persone - poche persone - che ci hanno mandato e-mail di sostegno al nostro operato.
giovedì, agosto 29, 2002
 
Siamo tornati!
Le nostre vacanze parigine sono finite...purtroppo. Non vi annoieremo con i nostri racconti di viaggio anche se sarebbero entusiasmanti, in poche parole - visto che la vacanza � stata bellissima - ci teniamo tutto per noi, perch� crediamo sia giusto cos�. Se a nessuno fregava della nostra vacanza tanto meglio. In ogni modo ora siamo tornati rispettivamente alle nostre occupazioni. L'unica cosa che vi racconteremo delle nostre ferie � l'avventura che ci � capitata questa settimana. Luned�, partiti per trascorrere tre giorni al mare, ci siamo inbattuti in un violentissimo nubifragio che ci ha presto rimesso sulla strada del ritorno. Marted� invece, indomiti e pi� che convinti nel voler fare un tuffo nell'acqua, abbiamo deciso di anadare alle terme visto che il mare non ci aveva portato fortuna. Partiti da Signa con il sole siamo arrivati a Petriolo incontrando sulla strada qualche pioggia. Siamo andati avanti lo stesso. Le terme erano davvero ci� che ci aspettavamo, calde e rilassanti. Dopo dieci minuti di relax il sole ha cominciato a nascondersi tra le nuovole. Poi � sparito. Ma noi siamo rimasti nelle calde acque delle terme anche mentre pioveva. Tutto bene, fino a che non ha ciniziato a grandinare.La corsa verso la macchina ci ha ridotti in uno stato misto acqua, fango e boscaglia. Ci siamo lavati con l'acqua minerale per poi ripartire verso l'abbazia di San Galgano. Permanenza effettiva alle terme 1 ora. Siamo andati via e magicamente � tornato il sole. Il resto della serata � andato benissimo con cena a Siena in un ristortante - consigliato sul momento dal Sottili - che se capitate in zona vi indicheremo volentieri. Fine.
Martina e Samuele
martedì, agosto 06, 2002
 
Per un po' di giorni noi saremo qui...buone ferie a tutti..!
The WeatherPixie
lunedì, agosto 05, 2002
 
Vi consiglio di leggere questo libro...
La storia raccontata in questo libro ha dell'icredibile. Penso proprio che racchiudo in s� il pi� profondo significato dell'espressione "fantasia sconfinata." In breve: un uomo mangia un boing 747 - atterrato inspiegabilmente nel suo campo - per far colpo sull'amata, la direttrice del giornale del suo paese. L'ideatore di questo racconto � un giornalista americano, tale Ben Sherwood, che oltreoceano ha venduto un'esagerazione di copie. Non aggiungo altro perch� senn� poi � inutile che lo compriate (compriamo) comunque vi lascio qui la recensione apparsa stamani su La Stampa.
 
Che io abbia messo s� qualche chilo negli ultimi mesi se ne sono accorti tutti, � una cosa che ormai non posso pi� nascondere. Credevo per� che non si trattasse di un cos� vistosa trasformazione o - forse quest'altro termine rende pi� l'idea - lievitazione...In ogni modo questa mattina ho fatto una breve apparizione al Lido di Camaiore - dove ho la mia "residenza estiva" - e il primo saluto che ho ricevuto - della bagnina che mi conosce da una vita - � stato fatto in questi termine: "Oh che ti ha dato la tu mamma da magiare questo inverno." La mia risposta verbale � stata: "Effettivamente...sono un po' ingrassicchiato..." La mia risposta mentale invece � stata un'altra: "Vaccacare te, il tuo sorrisino del c...o e le tue vene varicose..." Ora ho davvero il legittimo sospetto di essere ingrassato...Sono ben accetti messaggi di consolazione...
domenica, agosto 04, 2002
 
Breve analisi della giornata: � domenica, fa caldo, sono tutti al mare. A parte questo vorrei rispondere a un commento arrivato da Pauler sui miei sandali. Non ho mai detto di essere un no-global...e penso che nei termini intesi da Casarini e compagni non lo dir� mai. Se invece risaliamo all'origine di No-logo allora va bene...In ogni modo ho capito quello che Pauler intende, vale a dire l'incoerenza di tanti no-global. Ad esempio l'ultima "ciliegina" sparata da Casarini sul social forum europeo di Firenze: "Occuperemo le case dei fiorentini." Ora che questo venga a fare simili discorsi dopo la messa al bando della bistecca, il fallimento della squadra di calcio mi sembra troppo...ci rimarrebbe solo la schiacciata alla crema...A parte gli scherzi se Casarini viene a Firenze per occupare le case sar� inevitabile che io - rimasto senza - vada a occupare la sua...Qualcuno mi pu� spiegare il senso dei discorsi di Casarini, perch� sono due anni che ci provo ma ancora non ci sono riuscito. Idem per Agnoletto. Questa primavera ho assistito alla prima nazionale del film "Carlo Giuliani, ragazzo" della Comencini. Dopo il film intervennero la regista, i genitori di Carlo Giuliani, Francesco Pardi e appunto Agnoletto. Neanche Martina cap� il senso del suo discorso...Allora mi sorse il dubbio...o sono scemo io o � lui che ha il dono dell'inopportunit�. "Il mondo � bello perch� � vario..!
sabato, agosto 03, 2002
 
In questi giorni non si fa altro che parlare della Fiorentina. Lascio da parte l'ovvio rancore che nutro verso Cecchi Gori per scrivervi i pochi ricordi che mi rimangono di questa squadra. Nella mia vita ho assistito una volta sola ad una partita della Fiorentina. Era il 1989 - o forse 1988, non ricordo bene - e per la prima volta entravo all'Artemio Franchi. Fiorentina-Hellas Verona 1-1. Avevo 7-8 anni e andai allo stadio con Busniaga e � Cardelli in tribuna centrale. A quei tempi a Firenze c'erano due idoli: Baggio e Borgonovo. Vederli giocare fu icredibile!!! Dopo quella volta ho rivisto la Fiorentina in preparazione a Reggello, per il resto poi l'ho seguita soltanto in tv.
A parte il rammarico per il fallimento della squadra c'� da essere ottimisti per il futuro...anche perch� non c'� altra soluzione...Mando le mie pi� sentite condoglianze al mio amico ed ex-compagno di banco, Bencio, per il duro colpo che ha sub�to. Ti ricordi quanto ti rompevo le palle il luned� mattina, magari quando la Fiorentina aveva beccato due o tre "ova" contri i gobbi? Va b�, ci rimangono solo i ricordi, ma almeno sono piacevoli...

giovedì, agosto 01, 2002
 
Oggi si � consumato il mio dies orribilis!!! Una di quelle rare volte in cui dal risveglio ti va tutto male fino alla notte. La mia giornata � iniziata alle 8,30 e sono dovuto correre in farmacia per un lancinante mal di gola. Ovvio che le farmacie pi� vicine a casa mia siano state chiuse per ferie. Quindi ho preso la macchina e dopo aver discusso veementemente con il farmacista sulla mia scelta del medicinale sono rientrato a casa. Dopodich� sopralluogo a due torrenti qui vicino con assessori e gente varia. Finito il mio "difficilissimo" compito di "giornalista" mi hanno riaccompagnato gentilmente a casa ma...ho aperto lo sportello e ho preso in pieno uno che passava sparato in vespa. Dopo essermi accertato di non aver fatto danni a persone ho pensato alle cose. La macchina del mio accompagnatore si � rivelata inspiegabilmente quanto fortunatamente illesa. La vespa aveva perso il suo parabrezza...il proprietario si � solo sbucciato due "nocche" della mano. Ora il dubbio: siccome la vespa superava da destra mi hanno detto che io avevo ragione. Fatto sta che mi sono comunque fatto carico dei 30 euro del parabrezza. Piccolo passo indietro. Il mese scorso ho dato un esame di Antropologia culturale e ho studiato proprio una storia simile alla mia. Questo mi ha sollevato, perch� infondo penso di aver mostrato un discreto senso civico: la magra consolazione di chi non sa giusticare un gesto folle. Ma non sono ancora troppo convinto del mio gesto che comunque ha visto una perdita consistente di denaro, soprattutto in vista delle ferie. Ma andiamo avanti. Alle 15 ho portato la macchina a lavare. Hanno fatto un buon lavoro ma mi hanno asportato un pezzo di vernice. A questo punto io non so che fare. Se incazzarmi con il carrozziere che poco tempo fa mi ha rifetto proprio quel pezzo di vernice; se fare causa al centro lavaggi; se iniziare a imprecare contro chi so io. Ma in virt� della mia buona fede porto pazienza. In ogni modo ora sta piovendo copiosamente. Sono le 17,55 e la giornata non � ancora finita...

Powered by Blogger