Samuele Venturi
lunedì, settembre 30, 2002
 
E' finita l'estate - ormai da un pezzo o forse non � mai neanche cominciata - ed � finita anche il nostro sondaggio sulla canzone dell'estate 2002. Con 10 voti vince Asereje delle Las Ketchup! E dato che si tratta della canzone dell'estate faccio un appello alle radio italiane: basta, non ne possiamo pi�, toglietela di mezzo! Mi dispiace molto per Raul Mal�, al secondo posto con 7 voti. Ora � l'ora di togliere questo sondaggio e metterne altri. Da questo momento potrete votare la trasmissione che vi fa pi� schifo in assoluto nel panorama televisivo italiano. Avete un'ampia scelta quindi votate! L'altro sondaggio � di "controllo", nel senso che le statistiche sulla diffusione dei giornali sono molto chiare e precise, vogliamo vedere se il popolo di internet la pensa davvero in quel modo. a presto!
sabato, settembre 28, 2002
 
Da Andrea un consiglio e una storiellina davvero molto carina...
Come si fa a chiavare con una vecchia Uno.
Un cavallo ed una gallina passeggiano nei prati quando, senza avvedersene il cavallo scivola e cade in una pozza di fango abbastanza profonda�...
La gallina non sa che fare e si dispera mentre il cavallo affonda...Allora il cavallo suggerisce alla gallina di correre alla fattoria ed avvisare che qualcuno venga con una corda ed un trattore per tirarlo fuori di li. La gallina arriva trafelata alla fattoria, ma non trova nessuno�... disperata decide di fare da sola e prende una fune robusta ma non trovando il trattore (probabilmente nei campi) prende l'auto del fattore, una BMW nuova fiammante e torna dal cavallo. Non senza qualche difficolt� la gallina imbraca il cavallo, lega la fune al gancio di traino della macchina e libera il cavallo. Qualche giorno dopo l'incresciosa situazione si ripete, ma questa volta le parti si sono invertite � la gallina cade in una stretta pozza di fango. "Presto" dice al cavallo "vai tu a prendere la macchina e liberami!!!" "Non ti preoccupare" risponde il cavallo "la pozza � stretta... ecco, io mi metto con le zampe anteriori da un lato, le posteriori dall'altro e tu afferra il mio uccello che ti tiro fuori" E cosi' avviene.
MORALE:se ce l'hai come un cavallo non hai bisogno di una BMW per tirar su le pollastrelle.




martedì, settembre 24, 2002
 
Salve a tutti!In questa giornata cosi' noiosa e grigia scrivo anch'io sul sito. Per prima cosa contrariamente a quanto dice Samu il Chiambretti c'� nuovo anno non mi � piaciuto affatto. Decisamente sottotono, con molte pi� parti cantate e ritmo per niente incalzante. Speriamo che il caro vecchio pungente Chiambretti non si sia piegato al volere dei nuovi dirigenti RAI. Insomma no ad un Chiambretti filogovernativo...... Va a finire che siccome la destra non ha validi personaggi televisivi ci ruba i nostri! Su Striscia la notizia stendo un velo pietoso. Parliamo di cinema, avete visto Un viaggio chiamato amore di Michele Placido? Tutti daccordo sulla bravura dei due protagonisti (Accorsi e Morante), la storia mi ha lasciata un p� di amaro in bocca. Non la racconto per lasciare il gusto della visione a chi ancora non l'ha visto. Dico solo che quella tra il poeta Dino Campana e Sibilla Aleramo � una storia d'amore molto diversa da quelle che siamo abituati a vedere sugli schermi. Un 'altra cosa voglio aggiungere, anzi una domanda che mi sono fatta: chissa perch� alle donne questo film non piace? Tutte le persone di sesso femminile, compresa io, che ho interpellato su Un viaggio chiamato amore non ne hanno avuto un buona impressione.A me personalmente ha lasciato un p� interdetta...Questa poesia invece � molto bella ed ed anche ben recitata da Accorsi nel film:

In un momento
Sono sfiorite le rose
I petali caduti
Perch� io non potevo dimenticare le rose
Le cercavamo insieme
Abbiamo trovato delle rose
Erano le sue rose erano le mie rose
Questo viaggio chiamavamo amore
Col nostro sangue e con le nostre lacrime facevamo le rose
Che brillavano un momento al sole del mattino
Le abbiamo sfiorite sotto il sole tra i rovi
Le rose che non erano le nostre rose
Le mie rose le sue rose
Dino Campana
 
Sono giorni di studio intenso e lavori "forzati". Ci dispiace non aggiornare il sito come vorremmo. C'� da pazientare un po', questa settimana finir�...prima o poi, bene o male. Intanto io vi consiglio di guardare attentamente due programmi. Ovviamente Striscia la notizia, poi Report. Vi invito invece a non guardare Carabinieri e Vivere. Aggiungo alla lista delle buone trasmissioni anche Chiambretti c'�. Altrimenti dormite e basta, soprattutto se siete un po' metereopatici: con questi sbalzi � meglio ritirarsi. Ma in generale fate i cazzi vostri senza seguire nessun consiglio, e quindi neanche i miei.
Non � che sia un grande appassionato di calcio ma a volte lo seguo. E sabato ho "scoperto" un grande giocatore. Fabrizio Miccoli del Perugia. E' lato 1metro e 67 e ha una velocit� clamorosa. Con una giochessa ha fatto fuori perfino Nesta che pi� volte lo ha dovuto fermare con rasoiate alle gambe. Comunque forza Florentia, che ce la stiamo cavando discretamente... Saluti!
giovedì, settembre 19, 2002
 
Barzellette
...per tenerci un po' allegri e al riparo da quest'aria settembrina che ci fa venire tanta nostalgia delle vacanze.
da Martina
Berlusconi sta sorvolando piazza San Giovanni su un elicottero sabato 14 settembre durante la manifestazione di Nanni Moretti. "Guarda l� quanta gente c'� a manifestare?" dice Silvio a sua moglie e ai bambini. "Se gli butto un assegno da 1.000 euro e lo firmo con il mio nome magari pensano che sono buono..." "No Silvio, fai meglio a buttargli 10 banconote da 100, cos� ne fai contenti di pi�", dice sua moglie. Silvio: "Che bellissima idea amore, far� come hai detto! "Ma no, se gli butti 100 banconote da 10 ne farai contenti ancora di pi�", intervengono i suoi figli. Silvio: "E' un'idea geniale, bravi bambini! Allora irrompe nella conversazione il pilota dell'elicottero: "A Silvio, ma perch� non ti butti te, cos� li fai contenti tutti..."
da Francesco
Del Piero e Totti si trovano nel corridoio dell'Istituto CEPU per l'intervallo.
Totti: Ciao Alex come stai, ti vedo un p� triste stamani.
Del Piero: Eh si, ho preso un brutto voto in scienze, porca troia!!
Totti : Perch�, che cosa hai sbagliato?
Del Piero : Una domanda facile, ma sai quando sei li davanti al prof. ti viene la cagarella. Mi ha chiesto il nome di VOLTA ed io non ho saputo rispondere, cazzo!!
Totti : Ma dai, lo so io che non studio mai, � impossibile cannare una domanda simile!!
Del Piero : Davvero tu sai come si chiamava il signor VOLTA?
Totti : Minchia se lo so, GIONTRA!!
domenica, settembre 15, 2002
 
L'Italvolley feminile ha vinto il campionato del Mondo! Gli Stati Uniti d'America hanno perso un'altra competizione mondiale dopo la figuraccia di qualche giorno fa ai campionati di basket. La Nuova Florentia ha vinto 5-1 e ha regalato ai 30 mila tifosi presenti all'Artemio Franchi la prima vittoria. Il parere del Bencio - che mi ha telefonato proprio ora - � stato questo:"Un tifo cos� nemmeno in Champion's Legue. Siamo ancora un po' fuori condizione ma vinceremo tranquillamente il campionato..." ...e io mi tocco...La Juventus, il Milan, l'Inter hanno vinto. Poi che altre notizie sportive ci sono? Al girotondo tutto bene. Berlusconi con Bush. Ma la battuta del giorno � di Gene Gnocchi a Quelli che il calcio: "Dopo la nuova l�egge sull'immigrazione Fede dovr� cambiare il suo status, da giornalista a badante di Berlusconi..." Buona domenica
venerdì, settembre 13, 2002
 
Mi hanno riferito che al Festivalbar il gruppo T.a.T.u. di cui parlavamo qualche giorno fa si � esibito come aveva annunciato, pomiciando sul palco. Ora io non ho una foto delle T.a.T.u. da mettere qui sotto ma so che sarebbe per molti oggetto di bramosia...e comunque se l'avessi non la metterei uguale..! Io continuo a rimenere della stessa opinione: era meglio lo facessero la Marcuzzi e la Hunziker. In ogni modo un passo avanti la televisione lo ha fatto: scegliendo di non tagliare la scena ci ha risparmiato di parlare ancora una volta dell'omosessualit� come tab�. E ci volevano due ragazzine russe..? Tra l'altro la loro canzone non � neanche male. Sicuramente in America avranno un grandissimo successo...lo ha fatto Eminem...
mercoledì, settembre 11, 2002
 
Oggi non volevo parlare assolutamente della strage dell'11 settembre ma qualche minuto fa ho cambiato idea ascoltando l'intervento di una ascoltarice di Radio 102.5. Riporto - per quello che la memoria mi consente - le sue parole. "In questo giorno vorrei ricordare le vittime delle Torri gemelle, della strage del Cermis, di Ustica e anche quei civili afghani doppiamente beffati. E soprattutto dobbiamo chiederci il perch� di queste stragi: perch� i piloti di un aereo militari hanno deciso di giocare? perch� l'aereodi linea � stato colpito nei cieli di Ustica? Non dobbiamo dimenticarci le vittime di nessuna strage perch� le perosne di Ustica e del Cermis hanno lo stesso diritto di essere ricordati come quelle di New York. I loro parenti e tutti noi abbiamo il diritto di sapere "perch�". Non devono esserci vittime di serie A e vittime di serie B: di fronte alla morte siamo tutti uguali."
 
Brevi dal mondo dello spettacolo
Come non parlare di Miss Italia..? Lasciando da parte giudizi sulla bellezza della nuova miss 2002 faccio un breve riassunto mettendo in evidenza alcuni particolari che credo siano sufficienti a inquadrare il livello della trasmissione. 1. La seconda classificata - nonch� miss eleganza - che esorta gli spettatori a votarla tenendo presente "quello che sono e non come APPARO 2. Il vestito e gli atteggiamenti di Carla Fracci. 3. L'antipatia di Fabrizio Frizzi 4. Il sindaco di Salsomaggiore Terme, unco personaggio umana all'interno dell'indecorosa parata di vip-giudici. Che bella trasmissione e soprattutto che bella manifestazione...
Il FestivalbarL'altro ieri sul giornale leggevo che due ragazzine inglesi - 16 e 15 anni - durante la registrazione delle 2 puntate finali hanno pomiciato a lungo sul palco mentre "cantavano" la loro canzone. Sono le "T.a.T.u" e vengono dalla Russia. La scena non se se � andata persa durante il montaggio resta il fatto che gli addetti ai lavori sono rimasti sconcertati. Una delle ragazzine in una intervista di qualche mese fa ha detto: "...per fortuna oggi non mi devo vergognare della mia omesessualit� perch� nel mondo occidentale la libert� di espressione � un dato di fatto..." E' bello che queste parole provengano dalla Russia...evidentemente le due ragazzine sono troppo giovani o, evidentemente, non conoscono un certo Silvio Berlusconi...speriamo che il Premier non abbia letto l'intervista, altrimenti si prodigher� per farle "ritrattare". Quello che invece ha dichiarato l'agente delle due russe � pi� "sconcertante":"...ho pensato che il sesso tra minorenni omosessuali fosse uno dei territori ancora vergini da sfruttare per lanciare un buon progetto: tutto qui." E il giornalista de La Stampa, Luca Dondoni chiude il suo pezzo con un bell'interrogativo: "Tutto qui..?" Se almeno il lesbismo del Festivalbar fosse stato opera della Marcuzzi e della Hunziker...
martedì, settembre 10, 2002
 
Aggiornamenti sulla Casa del poeta Fracesco Petrarca

il Corriere di Firenze, 10 settembre 2002
INCISA VALDARNO - Chi si aspettava che alla casa del poeta Francesco Petrarca arrivasse qualcuno con le "chiavi" dovr� ancora pazientare. Intanto per� abbiamo stabilito chi sono i responsabili del degrado in cui versa l'abitazione. L'immobile infatti appartiene alla Regione Toscana e a privati non ancora identificati ma che con certezza non hanno nessun legame di parentela con il poeta. L'amministrazione comunale di Incisa, tramite l'intervento dell'assessore alla Cultura Elisa Simoni, ha fatto luce sull'ambigua vicenda della propriet�, allontanando ogni ipotesi di presunte inadempienze. "Siamo ben consapevoli che la casa di Petrarca si trovi in pessime condizioni - spiega Elisa Simoni - e pi� volte nel corso degli anni abbiamo sollecitato i lavori di ristrutturazione ma senza ricavarne risposte concrete e quindi soddisfacenti. Anche se la casa non � di nostra propriet� questo non significa che ci stiamo buttando alle spalle il problema: abbiamo preso contatto con l'Accademia Casa del Petrarca di Arezzo e c'� piena coscienza della situazione esistente a Incisa." Nonostante tutto per� la casa si regge in condizioni precarie sorretta da impalcature allestite per conto della Regione Toscana nel 1991, e dal 1991 l� sono rimaste: brutte e arrugginite servono da bastone alla "vecchiaia" dell'abitazione. E intanto si avvicina la data di inizio dei festeggiamenti per il 700^ anniversario della nascita del poeta. Ma allora che immagine dar� Incisa lasciando la casa del "festeggiato" imbracata dalla impalcature? "Non potendo avviare i lavori di restauro ci stiamo almeno movendo per ospitare un convegno sul Petrarca - risponde l'assessore alla Cultura - ma in ogni modo non smetteremo di sollecitare la Regione e quei privati che sono detentori della propriet�." I rapporti intrapresi da Elisa Simoni sono infatti pi� che proficui, tanto � che Incisa � gi� stata inserita nel programma del Ministero. Insomma, tutte le attivit� collaterali dell'anniversario sono state definitive ma qualcuno si � forse dimenticato di "vestire a festa" anche la casa del Petrarca. Mancano 15 mesi, e forse per "riprendere" i lavori iniziati undici anni fa non � neanche troppo presto.
Samuele Venturi

Giacomo ho visto il tuo commento ma non mi hai lasciato l'indirizzo e-mail e il link dell'indirizzo forse non ce l'ho proprio...fammi sapere.

lunedì, settembre 09, 2002
 
Rettifico. La Nuova Florentia ha pareggiato ad Arezzo contro la Sangiovannese. Abbiamo sofferto - e soprattutto giocato male - ma abbiamo almeno strappato un pareggio. Dopo una partita orrenda Masitto ha segnato in pieno recupero. Sugli spalti anche quel "piacione" di Leonardo Domenici che si � fintamente emozionato. Speriamo che le prossime siano migliori, intanto accontentiamoci.


 
La Nuova Fiorentina o Florentia o come cavolo la volete chiamare sta gi� perdendo la sua prima partita di campionato. A punirci stavolta � stao l'ex-viola Ciccio Baiano. Soffriamo e speriamo una rimonta. In ogni modo il "neutro" di Arezzo � tutto viola..!
sabato, settembre 07, 2002
 
il Corriere di Firenze, 7 settembre 2002
Due premesse.1. Il fatto � agghiacciante 2. Comprate il giornale
INCISA VALDARNO - A volte capita di visitare dei luoghi sconosciuti ma dove l'arte e la storia fondendosi insieme hanno lasciato un segno indelebile. E capita anche, purtroppo, di scoprire che spesso questi luoghi sono abbandonati in uno stato di incuria e degrado sconvolgenti, per non dire vergognosi. Pressappoco � quello che succede visitando la parte antica di Incisa, precisamente trovandosi di fronte alla casa natale del poeta Francesco Petrarca. Sorretta da impalcature rugginose e circondata da un fitto e alto strato di erbacce, l'abitazione � stata "imbracata" per volere della Regione Toscana nel 1991 - come recita chiaramente il cartello affisso sulla facciata - che affid� i lavori di ristrutturazione a una ditta edile, che tutto ha fatto meno che salvaguardare il patrimonio storico che la stessa casa raffigura. Gli operai lavorarono al primo piano soltanto nei primi mesi dopo l'assegnazione dell'incarico, bonificando parte dell'interno e appunto allestendo le impalcature di sostegno, ritenute indispensabili a causa della pericolosit� che la longeva struttura dell'immobile rappresentava. Se da una parte il precario stato della casa � ben visibile e chiaro a chiunque passi di l�, dall'altra oscuro e confuso appare l'identit� del responsabile. L'immobile negli ultimi anni sembra essere stato oggetto di alcuni passaggi di propriet� che l'hanno visto conteso tra la Regione Toscana e il Comune di Incisa. Ma in fin dei conti questa presunta diatriba poco interessa ai cittadini: la casa natale di Petrarca � ugualmente abbandonata a se stessa. Ma a detta degli stessi incisani qualcuno prima o poi dovr� farsi vivo con le "chiavi" dell'abitazione. Per il 2004 sono in programma i festeggiamenti del 700 esimo anniversario della nascita del poeta e sarebbe un vero e proprio scempio promuovere il ricordo dell'illustre concittadino in una situazione del genere. Per gli incisani non ha importanza che sul luogo della nascita - riconosciuta da gran parte degli storici a Arezzo - si accendano continuamente dispute: Petrarca ha vissuto in quella casa e abbondanti ne sono le testimonianze. Adducendo al "Canzoniere" come fonte i cittadini sostengono che il poeta nacque in un paese sulle rive dell'Arno, come del resto Petrarca canta nella sua opera. Tutto allora fa pensare che quel luogo sia Incisa, all'interno di quella casa che fu di suo padre Petracco e ancor prima di suo nonno e che ora, in barba alla storia, deve essere sorretta da aste che da un decennio all'altro arrugginiscono sotto la pioggia e la noncuranza di chi deve, oltre che amministrare, salvaguardare il proprio territorio, qualunque esso sia.
Samuele Venturi

venerdì, settembre 06, 2002
 
La rivincita dell'Argentina
Prima che una notizia economico-politica questa � forse la notizia sportiva del secolo, almeno per quando riguarda il mondo del basket. La selezione dei pi� forti giocatori NBA ha perso contro la nazionale argentina ai Mondiali di Indianapolis, quindi proprio in casa degli americani. Cos� gli argentini, che per tutto l'anno abbiamo visto versare in condizioni disperate, hanno avuto una soddisfazione storica. L'ennesima dimostrazione che per vincere non bastano i campioni ma bisogna avere due grandi cose che iniziano tutte e due per " C "..! Un po' come la nazionale italiana ai ondiali del Giappone. Non abbiamo perso soltanto per gli arbitraggi ma perch� non abbiamo avuto un gran C---e e nemmeno C------i a sufficienza...
giovedì, settembre 05, 2002
 
La stampa perde il match contro la tv
La notizia pu� sembrare ovvia e scontata ma per chi "bazzica" nel mondo della comunicazione � alquanto inquietante e ulteriore conferma della deficienza mediatica in cui versiamo ormai da un decennio. Il New York Times ieri ha dedicato un ampio servizio alla trasmissione "Veline" condotta da Mammuccari sulle reti Mediaset. Senza mezze misure l'inviato del giornale americano ha definito il programma estremamente demenziale e privo di ogni senso. Per il New York Times "Veline" sarebbe soltanto una passerella di ragazze svestite - e chi pensa il contrario scagli la prima pietra...ndr - a cui si prospettano sogni irrealizzabili e tristemente ambiziosi. Un commento al servizio del NYT � apparso poi in prima pagina su tutte le maggiori testate italiane (segno dell'enorme sudditanza del giornalismo italianoverso gli "Ipse dixit" dei cugini americani) che ovviamente non hanno risparmiato critiche alla trasmissione. Pronta la risposta dell'ideatore del programma, l'astuto e scaltro Antonio Ricci. "Ringrazio il NYT e le altre testate italiane per la preminenza che si � data alla mia trasmissione - ha detto - e noto con piacere che le notizie su Bush che sta iniziando una guerra e il resoconto sul vertice di Johannesburg sono state scavalcate da "Veline". Ringrazio davvero tutti", ha concluso. Per quanto io ne sappia di comunicazione la stampa ha incassato un bel colpo. E chi ha impostato l'agenda setting dei giornali dando largo risalto alla notizia oggi non deve sentirsi felice. In questo caso non possiamo certo parlare di media "veicolatori di cultura". Sia la stampa che ha riportato in prima pagina una trasmissione del genere, sia la tv che permette una trasmissione del genere hanno perso una brutta battaglia. L'unica che nella tempesta � riuscita a salvarsi � stato, come al solito, Antonio Ricci. Adesso chiss� come sar� contenta la First lady Franca Ciampi, che quest'inverno si era scagliata ferocemente contro la "tv deficiente"... In ogni modo questa se la sono cercata. In qualit� di giornalista praticante e studente di comunicazione mi dissocio da Veline e dalla "notizia in prima pagina"...
lunedì, settembre 02, 2002
 
Attenzione alla zanzare tigre
Firenze negli ultimi tempi sembra essere davvero flagellata dalle piaghe. Inutile rammentare le passate disgrazie della citt� - tremendi colpi al cuore non ancora smaltiti - adesso � arrivato questo perfido animaletto. Ma la cosa pi� inquietante � che la zanzara tigre proviene dall'Asia...dopo la Corea ai Mondiali di calcio un'altra fregatura con gli "occhi a mandorla". In ogni modo dal Comune di Firenze fanno sapere che � tutto sotto controllo...lo dissero anche dopo la prima salma sfregiata alle Cappelle del Commiato lo scorso giugno...Vabb�, fidiamoci.

Novit� sulla Nuova Fiorentina
Amichevole molto curiosa disputata a Lucca per la Coppa Global Card. Al termine dei 90 minuti di gioco - peraltro inguardabili - il risultato era fissato sullo 0-0. Arbitri e giocatori sono corsi a farsi la doccia senza pensarci due volte. Ma se una partita finisce in parit�, la coppa chi la vince. In questo caso la Fiorentina, ma solo grazie alla cieca fortuna: l'assegnazione - visto che l'arbitro non rientrava per dare inizio ai rigori - � stata assegnata con la monetina. Che professionalit�, che fantasia..!
domenica, settembre 01, 2002
 
Che domenica noiosa..! Io non so cosa il resto della popolazione mondiale abbia fatto oggi ma qua da me - seppur ci sia la festa del paese, sempre uguale da 30 anni a questa parte, per fortuna io ne ho viste solo 21... - ci si annoia molto. Pur di non stare tutto il giorno davanti alla televisione ho preferito scrivere anche oggi due articoli per il giornale, anche se in genere la domenica � per me turno di riposo...non per� quando ho questi odiabili slanci di stacanovismo, durante i quali arrivo a odiare anche me stesso. A parte questa attivit� cerebrale - o come dice una persona che conosco, "cervellare" - non ho neanche avuto la forza di aprire il libro che iniziato a leggere, tantomeno quella di aprire i libri dell'Universit�. Esiste un rimedio a questa pallida giornata? La temuta aria settembrina comincia a farsi sentire...

Powered by Blogger